iten+39 06 85300769
·
studio@llbrlex.com
·
Via Emilio de’ Cavalieri, 11 - Roma
Contatti

Scopri di più Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo | Comitato diritti umani di Ginevra | Corte di Giustizia UE di Lussemburgo diritti umani specializzati nella tutela dei Con più di 60 anni di esperienza... Studio Legale
Lana Lagostena Bassi Rosi
...a tutela dei vostri diritti Scopri di più
Diritto di famiglia e interesse del minore Diritto civile Risarcimento danni e responsabilità medica Scopri di più Diritto di famiglia e
interesse del minore
Pubblica Amministrazione e cittadino Diritto amministrativo Diritto sanitario, ambientale, appalti e urbanistica Scopri di più Diritto
amministrativo
Pubblica Amministrazione
e cittadino

Lo studio

Costituito negli anni ‘60, lo Studio ha sviluppato una considerevole esperienza nel contenzioso e nella consulenza attinente ai settori del diritto internazionale, dei diritti umani, del risarcimento danni e del diritto di famiglia. Fondato dagli Avvocati Mario Lana e Tina Lagostena Bassi, lo Studio ha avuto sin dagli arbori una spiccata vocazione internazionale e una particolare attenzione verso la tutela dei soggetti più vulnerabili.

Anche grazie all’ingresso nel tempo di nuove figure professionali, tra cui l’Avv. Prof. Anton Giulio Lana, l’Avv. Mario Melillo, l’Avv.ta Valentina Rao e, più di recente, l’Avv. Francesco Rosi, lo Studio costituisce oggi una delle primarie realtà professionali nel settore della tutela dei diritti civili e degli interessi collettivi, tanto in sede nazionale che internazionale.

Settori di Attività

Diritto alla Salute

Una particolare ipotesi di responsabilità delle Pubbliche amministrazioni è quella afferente al diritto alla salute.

Diritto di famiglia

Le questioni inerenti alla famiglia ed alla tutela dei minori sono una delle meggiori attività dello studio.

 

Diritto amministrativo

Diritto sanitario | Diritto ambientale | Urbanistica e edilizia residenziale | Società miste | Project finance…

Diritto internazionale

La Studio svolge sin dagli anni ‘60 consulenza in materia di diritto internazionale, svolgendo attività sia giudiziale che stragiudiziale.

Ricorsi alla Corte europea dei diritti dell'uomo

La Studio vanta un’esperienza trentennale nel contenzioso dinanzi alla Corte europea dei diritti dell’uomo, che attraversa ormai …

Diritto dell’Unione europea

Lo Studio ha una ampia esperienza in campo del diritto dell’Unione Europea, sia in sede di applicazione nell’ordinamento interno italiano…

Affidabilità & Esperienza

Professionisti nella tutela dei diritti civili e degli interessi collettivi

Lo Studio ha una spiccata propensione per le azioni collettive e il contenzioso strategico nazionale ed internazionale.

Negli anni sono state intentate e vinte numerose cause collettive, tanto dinnanzi ai tribunali interni che dinnanzi ai giudici internazionali, quali la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo e la Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

Alcune importanti vittorie ottenute dallo Studio costituiscono leading cases che hanno contribuito a creare giurisprudenza innovativa, ad esempio, in materia di risarcimento danni per omessa farmacovigilanza, di rivalutazione dell’indennizzo dovuto ai contagiati da sangue infetto, di tutela di siti di interesse comunitario (SIC), di tutela dei lavoratori nell’ambito delle procedure concorsuali e di divieto di respingimento in alto mare di migranti.

0+
Clienti
0%
Contenzioso internazionale
0+
Anni di esperienza
0+
Avvocati

Richiedi una consulenza

Per qualsiasi informazione contattateci, saremi lieti di rispondere ad ogni Vostra richiesta.

    Giurisprudenza

    Tra le sentenze storiche (c.d. leading cases) che lo Studio ha ottenuto si segnalano: la sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n. 581/2008 in materia di risarcimento danni per omessa farmacovigilanza; la sentenza della Grande Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo del 23 febbraio 2012, resa nel caso Hirsi Jamaa e altri c. Italia e concernente il divieto di respingimento in alto mare di migranti; le sentenze della Grande Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo del 26 giugno 2012 e del 12 marzo 2014, rese nel caso Kuric e altri c. Slovenia e concernenti le vicende dei c.d. cancellati a seguito della dissoluzione della ex Jugoslavia.

    Sangue infetto

    Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione
    Sentenza n. 581 dell’11 gennaio 2008
    Prescrizione; risarcimento dei danni; sangue infetto; decorrenza; danni lungo-latenti; responsabilità del Ministero della Salute

    Diritti umani

    Corte europea dei diritti umani
    Hirsi Jamaa e altri c. Italia [GC], ricorso n. 27765/09, sentenza del 23 febbraio 2012
    respingimento in acque internazionali; Libia; principio di non-refoulement; migranti; divieto di espulsioni collettive; applicazione extraterritoriale della CEDU

    Cittadinanza e apolidia

    Corte europea dei diritti umani
    Kuric e altri c. Slovenia [GC], ricorso n. 26828/06, sentenze del 26 giugno 2012 (Merito) e del 12 marzo 2014 (Equa soddisfazione)
    cancellati; cittadinanza; ex Jugoslavia; dichiarazione di indipendenza; Slovenia; cancellazione dai registri dei residenti permanenti; limbo giuridico

    Iscriviti alla nostra Newsletter