it+39 06 85300769
·
studio@llbrlex.com
·
Via Emilio de’ Cavalieri, 11 - Roma
Contatti

Biografia

Nato a Firenze il 5 ottobre 1961, l’Avv. Prof. Anton Giulio Lana si è laureato in Giurisprudenza nell’Università “La Sapienza” di Roma nel novembre 1986 con il massimo dei voti ed ha conseguito nel 1997 il titolo di Dottore di ricerca in Diritto ed economia dei sistemi produttivi presso l’Università di Sassari, dopo aver trascorso un periodo di studi negli Stati Uniti d’America presso la Fordham University di New York.

Attività professionale

Ha superato l’esame di procuratore legale il 14 novembre 1990 e dal novembre 2002 è patrocinante in Cassazione e dinanzi alle magistrature superiori.

Attualmente è senior partner dello Studio legale associato Lana – Lagostena Bassi. Svolge la sua attività professionale prevalentemente nel campo dei diritti umani, del diritto internazionale, pubblico e privato, del diritto dell’immigrazione, del diritto civile, del diritto di famiglia e minorile.

Ha altresì maturato una ultraventennale esperienza nel campo della tutela dei diritti umani dinanzi alle istanze internazionali (Corte europea dei diritti dell’uomo, Corte di giustizia dell’Unione europea e Comitati ONU). In particolare, sin dai primi anni ’90, assiste persone fisiche, società, associazioni e partiti politici dinanzi alla Corte europea di Strasburgo.

E’ autore, tra gli altri, del ricorso Hirsi ed altri contro Italia che ha dato origine alla storica sentenza di condanna dell’Italia in materia di respingimento di stranieri in alto mare. Ha fatto parte del collegio di difesa che per primo, in Italia e negli Stati Uniti, ha promosso la tutela delle vittime di contagio da emoderivati o trasfusioni infette, portando positivamente a termine numerose cause di risarcimento danni.

Ha curato e cura pratiche di divorzio e separazione di particolare complessità e valore sia in Italia che all’estero. Inoltre, ha svolto e svolge l’attività di arbitro (anche con funzioni di presidente) in diverse procedure arbitrali in materia di diritto societario e degli appalti.
E’ legale fiduciario di primarie Compagnie di assicurazione per le quali segue questioni attinenti alla responsabilità civile e di diritto della navigazione e dei trasporti.

Attività universitaria e di docenza

Dal 1986 al 1999 ha svolto l’attività di assistente di diritto della navigazione presso le cattedre dei Professori Gustavo Romanelli e Gabriele Silingardi, occupandosi prevalentemente di diritto internazionale dei trasporti.
In detto ambito ha svolto nello stesso periodo l’attività di docenza e di ricerca in qualità di cultore della materia.

Nel 1999 ha ideato e da allora organizza annualmente, nel contesto delle iniziative promosse dall’Unione forense per la tutela dei diritti umani (UFTDU), il “Corso di specializzazione sulla tutela europea dei diritti umani”, curandone alcune lezioni.

Dal 2001 è docente di Diritto europeo presso la Scuola di perfezionamento per le professioni legali, istituita presso l’Università “La Sapienza” di Roma e attualmente diretta dal Prof. Andrea Di Porto.
Dal 2003 è docente del Master sulla tutela dei diritti umani diretto dal Prof. Sergio Marchisio presso l’Università di Roma “La Sapienza”.

Dal 2003 è docente del corso di formazione “Asilo e diritti umani in Europa”, organizzato dal Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR), dal Consiglio d’Europa e dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR).

Dal 2009 è docente della Scuola Ufficiali Carabinieri.
Dal 2010 è docente di “mediazione professionale” presso l’UFTDU, ente di formazione accreditato dal Ministero della Giustizia.

Dal 2013 è docente del Master di diritto privato europeo del Prof. Guido Alpa dell’Università La Sapienza di Roma.

Dal 2015 è docente di Tutela europea dei diritti umani presso la Facoltà di Giurisprudenza della “Sapienza” Università di Roma.
Dal 2018 è professore a contratto di Diritto internazionale all’Università degli studi di Salerno. Dal 2018 è docente di Diritto internazionale presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali, istituita presso l’Università degli Studi di Salerno. S

volge, infine, per varie università italiane, numerosi Consigli dell’ordine degli avvocati e per la formazione decentrata del CSM, corsi e/o seminari in materia di diritto internazionale, di tutela dei diritti umani e di mediazione.

Attività di consulenza ed incarichi

Ha vinto, in data 10 maggio 1989, una borsa di studio assegnata dal Consiglio d’Europa (unica vinta da un cittadino italiano fra le 17 bandite) per studi e ricerche in materia dei diritti dell’uomo della durata di un anno ed ha svolto una tesi sul tema La Convention européenne des droits de l’homme et la liberté d’information; la publicité commerciale.

Dal 1986 è membro del direttivo dell’UFTDU.
Dal 1992 al 1999 è stato membro del Comitato di redazione della rivista “Diritto dei trasporti” curata dall’Istituto di Diritto della navigazione dell’Università La Sapienza di Roma.

Dal 2004 al 2015 è stato vice Direttore della Rivista quadrimestrale “I diritti dell’uomo – cronache e battaglie”.
Nel 2004 è stato Vice Presidente della XI Sottocommissione per l’esame di Avvocato istituita presso la Corte di appello di Roma. Dal 2006 è membro della giuria del “Prix International des Droits de l’Homme LUDOVIC TRARIEUX” istituito dall’Institut des Droits des l’Homme des Avocates Europeens (IDHAE).

Dal 2007 è membro della giuria del Premio “Per mare – Al coraggio di chi salva vite umane” istituito dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e presieduta da Andrea Camilleri.
Nel 2008 ha costituito l’Osservatorio permanente della giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani, finanziato dal Ministero delle pari opportunità e, poi, dal Consiglio Nazionale Forense (CNF), divenendone il Direttore.
Dal 2009 è membro del Jurist Network per i diritti umani istituito in seno alla Foundation for European Progressive Study (FEPS) di Bruxelles.

Dal 2010 è membro del Consiglio d’Amministrazione dell’ IDHAE.
Dal 2010 è membro della Commissione dei diritti umani istituita presso il Consiglio Nazionale Forense (CNF). Dal 2010 è Direttore del Corso per mediatore professionista organizzato dal Centro per la formazione e la ricerca dell’UFTDU.
Dal 2011 è Presidente del Consiglio di Amministrazione del Centro per la negoziazione e la mediazione (NEG-MED) dell’Organismo di mediazione dell’UFTDU. Dal 2011 al 2015 è stato Segretario generale dell’UFTDU.

Ha vinto, in data 26 ottobre 2012, il Premio PILnet’s 2012 European Pro Bono Award, da parte di PILnet – The Global Network for Public Interest Law, per “exemplary partnership in the public interest”.
Nel 2012 è stato Presidente della XIV Sottocommissione per l’esame di Avvocato istituita presso la Corte di appello di Roma.

Dal 2014 è membro del Comitato “Permanent Delegation Strasbourg” del CCBE (Consiglio degli Ordini Forensi europei).
Dal 2014 è membro del Comitato scientifico della Commissione per le Adozioni Internazionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Dal 2015 è consulente della Commissione per le Adozioni Internazionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Dal 2016 è Presidente dell’UFTDU e direttore della Rivista “I diritti dell’uomo – cronache e battaglie”, edita dall’Editoriale Scientifica.
Dal 2018 è Vice Presidente dell’ Institut des Droits des l’Homme des Avocates Europeens (IDHAE).
Dal 2019 è Direttore della Scuola di Alta Formazione Specialistica dell’Avvocato Internazionalista istituita in convenzione con la Scuola Superiore dell’Avvocatura (SSA), il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Firenze, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e dell’Università di Macerata.

Pubblicazioni

E’ autore di numerose pubblicazioni in tema di diritto internazionale dei trasporti, diritti umani, diritto dei rifugiati e mediazione.

Monografie, curatele e contributi in volumi

Il Trasporto Multimodale

Coautore Gabriele Silingard

 1997 – Rivista giuridica della circolazione e dei trasporti

El Transporte Multimodal

-

 1998 – Universitad Externado de Colombia

Terrorismo internazionale: Modifiche al sistema penale e nuovi strumenti di prevenzione

A cura di Elisabetta Rosi e Silvia Scopelliti

 2006 – Giuffrè Editore

La tutela internazionale dei diritti umani

A cura di Laura Pineschi

 2006 –  Giuffrè Editore

Contenuti e strumenti per la tutela delle vittime di discriminazioni razziali

A cura di Anton Giulio Lana e Andrea Saccucci

 2007 –  Unione Forense per la tutela dei diritti umani

Saggi, note e commenti

Rassegna della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, in “Temi Romana”, 1987, n.3 – 4, p. 581 ss.

La tutela dei diritti fondamentali nel contesto europeo, in “L’Italia e l’Europa”, 1991, n. 28-29, p. 366 ss.

Massimario ragionato delle decisioni della Corte europea dei diritti dell’uomo, in “I diritti dell’ uomo cronache e battaglie”, 1991, n. 1, 77 ss.; ibidem 1991, n. 3, 63 ss.; ibidem 1992, n. 1, p. 80 ss

Presupposti di applicazione della C.M.R., in “Diritto dei trasporti”, 1992, n. 3, p. 751 ss.

Il trasporto multimodale, coautore G. Silingardi, in “Quaderni della Rivista giuridica della circolazione e dei trasporti”,  Roma, L’editrice dell’automobile , 1994- tradotto anche in lingua spagnola: El Transporte Multimodal – Universitad Externado de Colombia – 1998;

Brevi considerazioni su una “svista” del nostro S.C. in ordine all’applicazione delle convenzioni uniformi e delle norme di diritto internazionale privato in materia di trasporto aereo, nota a sentenza, Cass. Civ., 1 sez., 4 maggio 1995, n. 4852, in “Nuova giurisprudenza civile commentata”, 1996.

I contratti di trasporto multimodale: alcuni profili, in “Dai tipi legali ai modelli sociali nella contrattualistica della navigazione, dei trasporti e del turismo”, 1996, p. 339 ss;

Le regole UNCTAD/CCI applicabili ai documenti di trasporto multimodale, in “Studi in Onore di Gustavo Romanelli, Pubblicazioni della facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Scienze Giuridiche Università di Modena”, 1997, p. 677 ss.

Il protocollo n.11 alla Convenzione europea: luci ed ombre, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 1997, n.3, p. 46 ss.

Il fatto e il diritto (dopo la guerra in Kosovo), in “Mondo Operaio”, 1999 n. 2, p. 102 ss.

La legge Pinto: un’innovazione necessaria ma di problematica applicazione, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2001, n. 1, p. 39 ss.

Principio riparatorio e principio propositivo della legge n. 89/2001, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2001, nn. 2-3, p. 101 ss.

I tempi del processo e l’equa riparazione a tre anni dall’entrata in vigore della c.d. legge Pinto, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2004, n. 1, p. 9 ss.

Il nuovo intervento legislativo alla luce delle norme internazionali sui diritti umani, in “D & G diritto e giustizia, Terrorismo internazionale: modifiche al sistema penale e nuovi strumenti di prevenzione”, 2006, supp. fasc. 16, p. 149 ss.

I tempi del processo e l’equa riparazione a quattro anni dall’entrata in vigore della c.d. legge Pinto, in “La tutela internazionale dei diritti umani. Norme, garanzie e prassi”, a cura di Laura Pineschi, Milano, Giuffrè, 2006, p. 496 ss.

Contenuti e strumenti per la tutela delle vittime di discriminazioni razziali, a cura di Anton Giulio Lana e Andrea Saccucci, Roma, 2007.

Le raccomandazioni del Consiglio d’Europa in materia di informazione sui diritti umani e la loro (dis)applicazione in Italia, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2007, n. 2, p. 63 ss

Presentazione dell’Osservatorio permanente della giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2008, n. 1, p. 75 ss.

Gli ordini di protezione contro gli abusi familiari, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2009, n.1, p. 29 ss.

Mediazione e tutela dei diritti umani: un binomio utilmente realizzabile, in “I diritti dell’uomo, cronache e battaglie”, 2010, n. 2, p. 15 ss.

La vessatorietà delle clausole di mediazione alla luce del d. lgs. n. 28/2010: alcuni spunti applicativi, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2010, n. 3, p. 24 ss.

L’impatto del decreto legislativo n. 28 del 4 marzo 2010 sulla ragionevole durata del processo, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2010, n. 3, p. 64 ss.

Giudici nazionali e Corti d’Europa nella prospettiva dell’adesione dell’Unione europea alla CEDU, in “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2011, n. 1.

Convenzione europea dei diritti dell’uomo e diritto privato: il ruolo della Corte europea nella definizione dei diritti della personalità, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2011, n. 2, p. 6 ss.

I respingimenti in Libia di migranti intercettati in alto mare al vaglio della Corte europea dei diritti umani, Roma, 2012

Linee evolutive della giurisprudenza in materia di sangue infetto, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2013, n. 2, p. 42 ss.

Il protocollo n. 16 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali: alcune riflessioni, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2014, n. 3, p. 641 ss.

Quale modello per l’Europa del domani? ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2016, n. 1, p. 3 ss.

Violenza di genere e internet: sempre più urgente trovare rimedi corretti per fronteggiare il fenomeno, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2016, n. 2, p. 283 ss.

Hate speech online: strategie di contrasto e prevenzione, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2016, n. 3, p. 499 ss.

La giurisprudenza europea in materia di unioni civili, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2016, n. 3, p. 543 ss.

Migrazioni, integrazione e democrazia”: il fenomeno migratorio e la nuova legge Minniti-Orlando, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2017, n. 1, p. 3 ss.

L’accesso ai rimedi nei casi di violazioni commesse dalle imprese: la giurisprudenza della Corte di Strasburgo, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2017, n. 2, p. 235 ss.

50° anniversario della fondazione dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2017, n. 3, p. 493 ss.

Data protection e libertà fondamentali nell’era della globalizzazione e della società digitale, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2018, n. 1, p. 3 ss.

Education for legality, the role of legal professionals in the construction of a universal responsible citizenship: introduction, in Security and Hate Speech. Personale Safety and Data Security: Rights in the Age of Social Media, edited by Salvatore Sica and Giorgio Giannone Codiglione, 2018, p. 229-233

La responsabilità dello Stato nella tutela delle relazioni familiari in Europa, ne Persone, relazioni familiari, responsabilità e danni. Strumenti di tutela nel cammino dei diritti fondamentali, a cura di Maria Giovanna Ruo e Anna Livia Pennetta, 2018, p. 41 ss.

Le politiche di respingimento dei migranti alla prova della Corte europea dei diritti dell’uomo, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2018, n. 2, p. 283 ss.

The Innovations Introduced in the Italian Legislation by the “Minniti-Orlando” Decree-Law Containing Urgent Provisions to Accelerate the Proceedings Concerning International Protection, in Human Rights of Asylum Seekers in Italy and Hungary. Influence of International and EU Law on Domestic Actions, Editors Balazs Majtényi, Gianfranco Tamburelli, 2018, p. 147 ss.

Le politiche di respingimento dei migranti alla prova della Corte europea dei diritti dell’uomo, in Regard croisés sur la protection nationale et internationale des droits del l’homme – Mélanges en l’honneur de Guido Raimondi, Sicilianos L.S., Motoc I.A., Spano R., Chenal R. (Eds.), Wolf Legal Publishers, Tilburg, 2019.

Brevi considerazioni sul futuro della Corte europea dei diritti dell’uomo, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2018, n. 3, p. 555 s

L’importanza dell’advocacy in materia di migrazione: cronaca delle recenti battaglie dell’Unione forense, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2019, n. 1, p. 3 ss.

L’avvocato come garante dei diritti umani, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2019, n. 2, p. 187 ss.

Buon compleanno alla Rivista, ne “I diritti dell’uomo cronache e battaglie”, 2019, n. 3, p. 411 ss.

Migranti irregolari e Corte di Strasburgo: verso un affievolimento delle tutele? (artt. 5 e 8 CEDU), in CEDU e ordinamento italiano. La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e l’impatto nell’ordinamento interno (2016-2020), a cura di Angela Di Stasi, Padova, 2020, p. 235 s.

I diritti fondamentali alla prova dell’emergenza sanitaria da Covid-19: tra Convenzione europea dei diritti dell’uomo e misure italiane di prevenzione e contrasto, ne I diritti dell’uomo cronache e battaglie, 2020, n. 1, p. 3 ss.

Compatibilité des mesures prises pour la prévention du Covid-19 avec la Convention européenne des droits de l’homme, Le confinement forcé général est-il légal ? France, droits fondamentaux et urgence sanitaire, Rapport présenté par l’Institut des droits de l’homme du Barreau de Paris et l’Institut des Droits des l’Homme des Avocates Europeens (IDHAE), 2020.

[con Alessio Sangiorgi] La Corte europea bacchetta l’Italia in materia di diffamazione a mezzo stampa, in Cassazione penale, 2020, in corso di pubblicazione.