it+39 06 85300769
·
studio@llbrlex.com
·
Via Emilio de’ Cavalieri, 11 - Roma
Contatti

Biografia

L’Avv. Alessio Sangiorgi si è laureato con lode in Giurisprudenza presso la LUISS Guido Carli di Roma nell’aprile 2009, dove si è specializzato nel profilo di diritto internazionale. È dottore di ricerca in diritto pubblico, comparato e internazionale (curriculum Ordine internazionale e diritti umani) presso l’Università Sapienza di Roma.

Ha superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense nel 2012 presso la Corte di Appello di Roma e attualmente collabora presso lo studio Studio legale e di consulenza internazionale Lana – Lagostena Bassi, dove svolge attività professionale prevalentemente nel campo della tutela dei diritti umani, del diritto internazionale e dell’Unione europea, del diritto amministrativo e del diritto dell’immigrazione e dell’asilo.

Attività professionale

È stato consulente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e l’UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute).

Ha svolto pratica forense presso l’Avvocatura Generale dello Stato, occupandosi tra l’altro di immigrazione, dell’emergenza rifiuti campana, oltre che del contenzioso ancora aperto nei confronti di soldati nazisti, responsabili di alcuni dei più gravi crimini di guerra commessi in Italia nel corso della seconda guerra mondiale.

Ha svolto altresì attività di consulenza legale a Londra presso il gruppo Haymarket Media, occupandosi di diritto dell’ambiente a livello europeo e internazionale.

Nell’anno accademico 2012-13 ha seguito un LL.M. in Diritto internazionale e diritto dell’ambiente presso la SOAS – University of London.

Ha inoltre svolto periodi di ricerca all’estero presso la biblioteca della Corte europea dei diritti dell’uomo, presso la Peace Palace Library de L’Aia e, infine, presso la biblioteca del Max Planck Institute for Comparative Public Law and International Law di Heidelberg.

Nel 2019 è stato visiting scholar presso la Brooklyn Law School (New York).

Collabora anche con l’Unione Forense per la tutela dei diritti umani, di cui è membro del Consiglio direttivo dal 2018.

Fa parte del comitato di redazione della rivista I diritti dell’uomo, cronache e battaglie dal 2014 e del Focus Africa della rivista Federalismi.it dal 2017.

Dal 2017 è formatore e tutor per l’Italia del programma HELP (The European Programme for Human Rights Education for Legal Professionals) del Consiglio d’Europa HELP per i corsi in materia di migrazioni, asilo e minori stranieri non accompagnati.

Dal 2020 è membro supplente del Comitato “Permanent Delegation to the European Court of Human Rights” del CCBE (Consiglio degli Ordini Forensi d’Europa).

È autore di svariati articoli e ha svolto, in qualità di relatore, numerosi corsi, seminari e conferenze, in particolare nelle materie del diritto internazionale dei diritti umani, del diritto dell’immigrazione e della cittadinanza e, infine, del diritto antidiscriminatorio.

Pubblicazioni

Saggi, note e commenti

“Monito della Corte europea: l’Italia riconosca protezione alle coppie omosessuali – Il caso Oliari come primo timido passo verso il matrimonio egualitario?”, in I diritti dell’uomo, cronache e battaglie, 2015, vol. n. 3, pp. 529-538;

Discorsi d’odio nei confronti di migranti, rifugiati e richiedenti asilo. L’alternative report dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani al comitato CERD”, in I diritti dell’uomo, cronache e battaglie, 2016, vol. n. 3, pp. 619-624;

La Corte africana interviene sull’imparzialità del sistema elettorale ivoriano”, in Federalismi.it, 2017, Focus Africa n. 1/2017, p. 1-9;

Gli effetti della Ruexit sulla giurisdizione della Corte africana dei diritti dell’uomo e dei popoli”, in Federalismi.it, 2017, Focus Africa n. 2/2017, p. 1-10;

La Corte africana condanna il Ruanda nel caso Ingabire: violati il diritto alla difesa e la libertà di esprimersi sul genocidio del 1994”, in Federalismi.it, 2018, Focus Africa n. 2/2018, p. 1-17;

[con Anton Giulio Lana] “La Corte europea bacchetta l’Italia in materia di diffamazione a mezzo stampa”, in Cassazione penale, 2020, in corso di pubblicazione.